8° RASSEGNA SUL CINEMA PER L’INFANZIA E L’ADOLESCENZA

CINEMA CAPITOL – BERGAMO

Giovedì 10/17/24/31 ottobre 2013

ore 20.30

 Si è conclusa la 8^ Rassegna sul cinema per l’infanzia e l’adolescenza

 

GRANDI SPERANZE

STORIE DI BAMBINI TRA SOGNI E BISOGNI

 

Nepios_2013_Cinema_LOCANDINA_web_bianca

La Rassegna, che è riconosciuta ai fini dell’aggiornamento del C.S.A. di Bergamo, ha proposto, attraverso la visione e la successiva discussione di quattro film, una riflessione su alcuni temi cari al mondo descritto nei romanzi del grande scrittore inglese Charles Dickens, a cui la rassegna è dedicata, come l’ingiustizia nei riguardi dei bambini, la quotidiana lotta per la sopravvivenza contro la malattia, le discriminazioni e l’emarginazione, l’importanza dell’istruzione e dell’insegnamento.

La-guerra-e-dichiarata-cover-dvdIl primo film della rassegna “La guerra è dichiarata” di Valerie Donzelli ha mostrato la straordinaria forza di due genitori che di fronte alla tragica notizia dell’improvvisa grave malattia del loro piccolo bimbo cercano di reagire allontanando il dolore e lo sconforto. L’ingiustizia più inaccettabile per i genitori cioè la malattia del proprio bambino viene trasformata in una esplosione di desiderio e di insopprimibile vitalità.

tomboy locandinaIl secondo film “Tomboy” di Celine Sciamma ha esplorato un tema sempre controverso ed attuale come quello della discriminazione e del conseguente isolamento. In questo specifico caso, la solitudine e l’emarginazione della piccola protagonista sono dovute alla difficoltà di accettare e far accettare la sua identità sessuale che sembra non essere in accordo con il proprio corpo.

Sister-locandine-film-coverNel terzo film “Sister” di Ursula Meier l’emarginazione è dovuta alla povertà che spinge il giovane protagonista, così come molti personaggi dickensiani, a rubare per poter garantire la sopravvivenza al suo piccolo nucleo familiare costantemente minacciato da una realtà ostile ed aggressiva.

Infine nell’ultimo film lo splendido ritratto di “Monsieur Lazhar” di Philippe Falardeau ci ha consentito di fare una riflessione affettuosa e partecipe sul ruolo dell’educazione e dell’istruzione come possibilità di emancipazione per il bambino e di sostegno nei confronti delle avversità della vita.

In una visione più generale ciò che potrebbe accomunare i protagonisti dei film selezionati è il loro coraggio, la loro caparbia lotta contro le avversità, la loro tenacia, la loro resistenza, per restituirci dell’infanzia una immagine costantemente propositiva, energica e di straordinaria vitalità anche di fronte al dolore, alle mancanze e alle sofferenze che a volte la vita impone. In questo senso la rassegna di quest’anno vuole essere un omaggio aggiornato e moderno ai temi molto cari all’universo narrativo di Charles Dickens.

Come ormai tradizione consolidata dalle precedenti rassegne, la preziosa partecipazione di esperti e studiosi dell’infanzia e dell’adolescenza, ha consentito di focalizzare e di approfondire i principali nodi tematici via via sollecitati dalla visione di ciascun film.

 

La partecipazione alle serate è stata riconosciuta dal Centro Servizi di Bergamo come monte ore destinato all’aggiornamento degli insegnanti.