TEATRO SOCIALE

VIA COLLEONI, 4 – CITTA’ ALTA – BERGAMO

Sabato 15 novembre 2014

 

realizzato da

U.S.C. Neuropsichiatria Infantile

dell’Azienda Ospedaliera Papa Giovanni XXIII

in collaborazione con

NEPIOS – Associazione a tutela dell’Infanzia

 

 

BAMBINI NATI PRETERMINE E A RISCHIO NEUROLOGICO:

APPROCCIO MULTIDISCIPLINARE.

DIAGNOSI PRECOCE E FOLLOW UP

I neonati con una grave prematurità e con peso estremamente basso, possono andare incontro a deficit. La sfida della comunità scientifica è saper cogliere fin dai primi giorni i sintomi più precoci e avviare di conseguenza i migliori percorsi riabilitativi. Su questi temi, gli specialisti del settore si sono confrontati sabato 15 novembre 2014 al Teatro Sociale nel corso del convegno «Bambini nati pretermine e a rischio neurologico: approccio multidisciplinare. Diagnosi precoce e follow up» durante il quale sono stati presentati i risultati del progetto sostenuto dall’Associazione Nepios e sviluppato nell’Unità di Neuropsichiatria dell’infanzia e dell’adolescenza dell’Ospedale Papa Giovanni XXIII, dedicato alla diagnosi precoce dei disturbi dello sviluppo neuropsicomotorio e cognitivo nei bambini prematuri. A illustrare i risultati Marco Pezzani, già direttore di Neuropsichiatria infantile agli Ospedali Riuniti.

Determinante il sostegno di Nepios: l’assunzione di personale dedicato ha consentito l’attivazione del progetto che si è inserito perfettamente nell’ambito della specifica caratteristica di trasversalità dell’intervento della Neuropsichiatria Infantile. Si consolida il lavoro interdisciplinare con le altre specialità pediatriche nello sforzo comune di garantire ai bambini e alle loro famiglie un futuro migliore.

Crediti formativi ECM-CPD

pre assegnati n° 5,25

La nascita prematura resta un’esperienza traumatica con conseguenze a breve e lungo termine. L’immaturità neurologica si associa infatti ad un elevato rischio di sequele negative nel bambino. Il confronto tra professionisti in questo delicato settore ha lo scopo di rafforzare l’integrazione e facilitare la conoscenza delle acquisizioni scientifiche. L’impegno per giungere ad una diagnosi sempre più precoce delle disfunzioni neurologiche e la messa in atto di un precoce intervento terapeutico – riabilitativo sono, infine, scopo primario del follow-up del bambino prematuro.

Presentazione da parte di eminenti neuropsichiatri dei risultati relativi all’esperienza maturata in questi anni (2005-2013) dalla Neuropsichiatria Infantile dell’Azienda Ospedaliera Papa Giovanni XXIII di Bergamo,   grazie al progetto pilota: “ Diagnosi precoce dei disturbi dello sviluppo neuropsicomotorio e cognitivo nelle età sensibili in bambini selezionati per “alto rischio”, rivolto ai bambini nati prematuri e/o con condizioni di rischio per lo sviluppo neuropsicomotorio. finanziato interamente dall’ Associazione Nepios, che ha permesso di seguire e di intervenire in modo tempestivo, nei confronti di quella categoria di bambini particolarmente fragili e a rischio di problematiche potenzialmente gravi per lo sviluppo futuro.

Invito al convegno:

Locandina NEPIOS fronte (2)

 INVITO NEPIOS retro

 

Locandina del convegno:

NEPIOS_convegno2014_Locandina

 

Leggi l’articolo del convegno: Nepios e i bimbi prematuri scoperti i rischi nello sviluppo

 

 

Guarda la galleria fotografica

Guarda i video del convegno

 

Marco Pezzani

Daria Riva: Il Relatore non ha concesso l’autorizzazione a pubblicare la propria relazione

Alessandro Parodi

Elisa Maria Fazzi: Il Relatore non ha concesso l’autorizzazione a pubblicare la propria relazione

Fabrizio Ferrari

Ornella Manara

Nicola Strobelt

Filippo Palestra

Andrea Rossi

Lucia Tagliavento