SEDE ASL

VIA BORGO PALAZZO, 130 – BERGAMO

Mercoledì 4 dicembre 2013

 

Mercoledì 04 dicembre 2013 si è tenuta presso la sede dell’Asl Di Bergamo la conferenza stampa di donazione da parte di NEPIOS di nr. 3 ecografi per i consultori famigliari di Dalmine, Romano di Lombardia e Trescore. In questo modo, su un totale di 18 consultori sparsi in tutta la bergamasca, ben 13 saranno muniti di quest’apparecchiatura.

maraazzi

Mara Azzi, Direttore Asl di Bergamo e Tullia Vecchi, Presidente Nepios

Presenti alla conferenza: Tullia Vecchi Presidente dell’Associazione NEPIOS, Mara Azzi Direttore Generale dell’Asl di Bergamo e Fiorenza Cartellà coordinatore ostetrico-ginecologo dei Consultori dei Distretti Socio Sanitari ASL Bergamo.

“Investire sulla prevenzione e sull’accompagnamento in gravidanza, delle donne, sui bambini e sulle famiglie, significa investire sul futuro della nostra società. Per questo, la nostra associazione è lieta di donare all’Asl di Bergamo tre nuovi ecografi per i consultori famigliari”. Con queste parole la signora Tullia Vecchi, presidente di Nepios Onlus a tutela dell’infanzia, spiega le motivazioni della donazione effettuata dall’associazione che rappresenta.

La signora Vecchi sottolinea: “Per Nepios è un piacere lavorare con l’Azienda Sanitaria Locale bergamasca e, in modo particolare, collaborare con il direttore Mara Azzi, una direttrice che, in quanto donna, conosce molto bene le problematiche e le difficoltà legate al mondo femminile e che è particolarmente attenta ai bisogni delle famiglie. Il rapporto tra la nostra associazione e l’Asl è una realtà ormai consolidata: da anni, infatti, sosteniamo e collaboriamo con Il Centro per il Bambino e la Famiglia (CBF) dell’Asl di Bergamo. Tra i due enti si è creato un connubio felice, fondato su un rapporto di fiducia reciproca”.

Il direttore generale dell’Asl di Bergamo, Mara Azzi, afferma: “Nepios si è attivata direttamente e si è impegnata subito in prima persona per farci avere i macchinari, dando una risposta veloce a un’esigenza, una risposta sicuramente più rapida rispetto a quanto non lo sarebbe stata se l’Asl avesse dovuto effettuare l’acquisizione degli ecografi, passando per gare d’appalto e inevitabili passaggi burocratici. I tre ecografi, di ultima generazione, verranno installati in altrettanti consultori. Precisamente, verranno posizionati nei consultori di Dalmine, Trescore e Romano di Lombardia. In questo modo, dei 18 punti di assistenza sociosanitaria alla donna e alla famiglia, ben 13 potranno contare sulla presenza di questa apparecchiatura. Nel prossimo futuro, poi, ci attiveremo per cercare di dotare di ecografi anche le strutture che attualmente ne sono sprovviste. Si tratta di un vantaggio non indifferente: infatti, le donne in gravidanza potranno effettuare l’ecografia sul posto, senza la fatica di doversi recare necessariamente in ospedale per fare l’ecografia e all’ambulatorio per avere il parere medico, fermo restando che, nel caso vengano riscontrate problematiche, la paziente verrà subito indirizzata alle strutture ospedaliere. Inoltre, nei consultori si può contare sulla presenza di un’equipe di esperti che dedicherà alle future mamme più tempo rispetto a quanto non riesca fare un medico in occasione di una visita, pubblica o privata che sia. La maggior parte dei nostri specialisti, poi, lavora all’interno degli ospedali e, avvalendosi della conoscenza nata in consultorio, può seguire meglio la situazione personale”.

I consultori svolgono una funzione di primaria importanza e sono un significativo punto di riferimento per le donne e, più in generale, per la famiglia. La direttrice Azzi evidenzia: “I consultori famigliari, che ultimamente sono stati oggetto di riqualificazione, sono la prima forma di prevenzione e di assistenza sociosanitaria per tutto l’arco della vita della donna. In modo particolare, la assistono nei problemi legati all’età adolescenziale, nei mesi prima, durante e dopo la gravidanza e all’insorgere dell’età menopausale. Inoltre, hanno un ruolo chiave nell’accompagnamento del mondo giovanile. Chi si rivolge a un consultorio può contare sulla presenza di un ginecologo, un’ostetrica e un’infermiera, ma anche di uno psicologo e di un assistente sociale: non va assolutamente sottovalutato, infatti, l’aspetto psicologico legato alla gravidanza sia per la madre sia per il bambino. Dal 1 gennaio 2013, infine, grazie a una convenzione con l’università di Brescia, il venerdì mattina, è presente anche una genetista per fornire informazioni e indicazioni sulle malattie genetiche, dalle quali anche la bergamasca, purtroppo, non è esente”.

Dello stesso avviso la dottoressa Fiorenza Cartellà, coordinatore ostetrico-ginecologo dei Consultori dei Distretti Socio Sanitari ASL Bergamo, che dichiara: “Per stabilire la priorità nel dotare i consultori di ecografi, abbiamo considerato i paesi con un numero maggiore di abitanti. Negli anni la qualità dei servizi offerti dai consultori bergamaschi è progressivamente cresciuta:se prima venivano considerati appannaggio delle marginalità sociali, si sta diffondendo nella cittadinanza la consapevolezza dell’importanza della loro attività”.

per saperne di più:

http://www.ecodibergamo.it/stories/Cronaca/tre-nuovi-ecografi-per-i-consultori-nepios-sostiene-lasl-di-bergamo_1035839_11/

Leggi l’articolo:

L’Eco di Bergamo: Tre ecografi all’Asl. Un dono da Nepios per i consultori